VAL LIONA (VI)

EMERGENZA PFAS. LA GIUNTA VENETA ACCOGLIE LA RICHIESTA DI INSERIMENTO DI PARTE DEL COMUNE DI VAL LIONA NELLA ZONA ROSSA

Pubblicata il 04/06/2018
Dal 04/06/2018 al 31/12/2018

Al fine di tutelare la salute pubblica, su ripetuta sollecitazione dell’amministrazione comunale (e con il supporto del gestore della rete idrica Acquevenete Spa ex CVS Spa) la Regione Veneto in data 21/05/2018 ha deciso di inserire una parte del Comune di Val Liona nella nuova “Area Rossa B” e di confermare la parte rimanente nell’Area Gialla apportando importanti modifiche al “Piano di sorveglianza sulla popolazione esposta a sostanze perfluoroalchiliche (PFAS)”: tale Piano prevede un percorso di prevenzione, diagnosi precoce e presa in carico delle patologie cronico-degenerative potenzialmente associate a PFAS, attraverso la determinazione su siero di parametri ematochimici definiti e la determinazione delle concentrazioni di dodici  sostanze PFAS anche per i residenti di alcune vie presenti nel territorio di Val Liona, individuate sulla base dell’identificazione della rete idrica di distribuzione.
 

Allegati

Nome Dimensione
Allegato area rossa comune val liona.pdf 315.2 KB

Facebook Google+ Twitter